• Climate change,  Environment/Ambiente,  Nature,  Responsible life / Stile di vita resp.

    Che eco-ansia! 10 rimedi per alleggerirla

    Puoi ascoltare qui l’articolo: Eco-ansia   Tra diluvi, incendi, siccità, uragani, inquinamento, scioglimento dei ghiacciai, innalzamento del livello dei mari… C’è qualcuno, sensibile all’argomento sostenibilità, che non senta un po’ di eco-ansia? Soprattutto in seguito alla pubblicazione dell’ultimo rapporto IPCC durante quest’estate, i post, i commenti e le richieste di consigli sempre più frequentemente hanno riguardato la preoccupazione per lo scenario futuro che si prospetta in termini di sopravvivenza del genere umano. L’IPCC Costituito nel 1988, è l’organismo internazionale delle Nazioni Unite per la valutazione dei cambiamenti climatici. Nell’ultimo rapporto pubblicato, 234 scienziati hanno sintetizzato 14,000 documenti di ricerca. Non ci sono più dubbi sulla crisi climatica. È inequivocabile che…

  • Companies / Aziende,  Environment/Ambiente,  Fashion/Moda

    Green trolling: smascherando il green washing dal petrolifero alla moda

     Puoi ascoltare qui l’articolo: Green trolling   Qualche tempo fa mi sono imbattuta in un profilo Instagram con una serie di post curiosi: gli screenshot di messaggi di grandi aziende, principalmente petrolifere ma non solo, che toccavano il tema della sostenibilità, seguiti da commenti di “green troll“. Una carrellata di divertenti e pungenti reazioni ai tentativi di comunicare azioni green. Indagando ho scoperto che questo modo di portare a galla il green washing e di rispedirlo direttamente al mittente è definito green trolling (abbiamo raccontato qui di come individuare il green washing). Mentre “trollare” è infastidire, fare la peste, disturbare e a volte in modo nocivo bullizzare su internet, la…

  • Umanità e natura
    Climate change,  Environment/Ambiente,  Nature

    Umanità e natura: comportamenti delle piante e relazione tra i due mondi

    All’interno del club Sostenibilità su Clubhouse (con Carlotta Redaelli e Stefano Caldirola), abbiamo intavolato un meraviglioso confronto sulla convivenza tra piante, animali e uomo. Un ciclo di incontri on line dove, dall’osservazione del rapporto tra umanità e mondo animale e vegetale, nascono riflessioni che toccano il nostro modo di pensare, di vivere, di lavorare e anche di approcciarci alla sostenibilità. Noi e la natura. Qual è il nostro posto? Ha un senso ritenerci al centro o addirittura sovrani? Possiamo imparare qualcosa dal mondo vegetale? Come interagiscono i tre tipi di intelligenza (vegetale, animale e umana)? Un panel di speaker: – Stella Saladino, Plants Inspirational Coaching – Jinane Kafrouny, Regency Event…

  • Companies / Aziende,  Environment/Ambiente,  Fashion/Moda

    Incenerimento delle scorte e spreco di vestiti nell’industria della moda: intervista ad Ariele Elia

    Puoi ascoltare qui l’articolo: Incenerimento vestiti L’attuale produzione di massa di abbigliamento e il modello di business imperfetto con cui operano i marchi di moda, dai piccoli ai grandi, stanno creando un’enorme quantità di stock in eccesso. Non è venduta sul mercato ma segretamente bruciata negli inceneritori di tutto il mondo. Con il risultato di sprecare migliaia di tonnellate di vestiti perfettamente buoni. Non ci credi? In un articolo precedente abbiamo parlato di quanto sia pervasiva e non etica questa pratica segreta e di come i marchi stiano cercando di nasconderla. Abbiamo focalizzato la nostra attenzione sulle conseguenze che ha l’incenerimento di tonnellate e tonnellate di capi di abbigliamento invenduti…

  • Companies / Aziende,  Environment/Ambiente,  Fabrics/Tessuti,  Fashion/Moda,  Modern slavery / Schiavitù moderna

    L’impatto della pelle e delle concerie: quello che non sappiamo e chi è dentro ha paura a dirci

    Puoi ascoltare qui l’articolo: L’impatto della pelle e delle concerie Quando ho visto il documentario di DW sul lato oscuro della moda-lusso sono stata male per diversi giorni. È un pugno allo stomaco. Volevo scriverne in un articolo, ma per farlo al meglio ho desiderato coinvolgere Francesco Gesualdi che in quel documentario racconta di un report realizzato sulla pelle e le concerie, ostacolato in più modi. Con l’obiettivo di diffondere quanto emerso anche a chi non ha la pazienza di leggere il report fino in fondo, ho chiesto il suo aiuto per ripercorrere i punti più rilevanti, ciò che non possiamo ignorare: è troppo importante per far finta di nulla…

  • Environment/Ambiente,  Nature

    Consigli di lettura: libri per viaggiare tra natura, ambiente, sostenibilità e moda

    Abbiamo creato una guida in cui raccontiamo di libri letti personalmente sulla natura e l’ecologia. Non si tratta solo di testi che riguardano esplicitamente la moda sostenibile. Perché la scelta di proporre letture sui temi più ampi dell’ambiente e della sostenibilità? Perché c’è un legame forte tra il cammino verso un modo di vestire più green ed etico e la consapevolezza del nostro rapporto con la natura. Rispettiamo infatti più facilmente ciò che conosciamo. Le letture che suggeriamo riguardano testi che spingono a prendere contatto con il mondo animale e vegetale, a guardare dentro le nostre vite mettendoci in relazione con l’ambiente, a trovare la forza per percorrere una strada…

  • Circular economy,  Companies / Aziende,  Environment/Ambiente,  Food/Cibo,  Recycling/Riciclo

    TOM, il cestino che trasforma imballaggi e scarti nei locali pubblici in 8 settimane!

    Puoi ascoltare qui l’articolo: TOM, il cestino interattivo   TOM è un cestino speciale: installato in bar, musei, stazioni, aeroporti, uffici, ristoranti o altri locali pubblici, accoglie gli imballaggi compostabili e gli scarti di cibo prodotti sul posto e nel giro di 8 settimane li trasforma in concime organico. TOM è prodotto in Svezia da Orwak, azienda che progetta e produce compattatori e presse per rifiuti dal 1971. Con una vasta rete mondiale di rappresentanti, ha una buona presenza locale in molti dei paesi in cui i sistemi sono installati. Da gennaio 2020, Sulo, una società globale con sede in Francia, ha acquisito Sac Group, di cui Orwak fa parte. Sulo offre soluzioni per la…

  • Climate change,  Environment/Ambiente,  Nature

    L’impatto ambientale del rumore umano: in 10 anni non esisterà più il silenzio. Ascolta l’uomo che sta salvando la voce della natura

    Italiano/English below Puoi ascoltare qui l’articolo: Non esisterà più il silenzio  Non si parla molto dell’impatto del rumore. Quando è stata l’ultima volta in cui hai sperimentato il silenzio assoluto cogliendo solo i suoni della natura? Senza sentire auto, moto, bus, camion, motorini, aerei, treni, tram, tagliaerba, aspirafoglie, clacson, macchinari al lavoro. I momenti di silenzio sembrano sempre più rari. Durante il blocco a causa del Covid-19, abbiamo notato l’assenza dei rumori quotidiani della città, per riscoprire per esempio il canto degli uccellini. Ci hai fatto caso? Quando capito vicino a una fonte d’acqua, mi piace registrare come memo vocale il suono delle onde o lo scroscio di una cascata. …

  • Companies / Aziende,  Environment/Ambiente,  Fashion/Moda

    6 modi per individuare il greenwashing dei marchi per capire se sono sostenibili

     Puoi ascoltare qui l’articolo: Greenwashing Come capire se siamo davanti a greenwashing*? Come verificare se un marchio è impegnato veramente nella moda sostenibile?6 passi per individuarlo, in una breve guida che abbiamo creato per te secondo quanto pubblicato in un articolo di British Vogue. Per aiutarti ad avere un po’ di chiarezza lungo il cammino della sostenibilità. * strategia di comunicazione finalizzata a costruire un’immagine di sé ingannevolmente positiva sotto il profilo dell’impatto ambientale, allo scopo di distogliere l’attenzione dell’opinione pubblica dagli effetti negativi per l’ambiente dovuti alle proprie attività o ai propri prodotti (fonte: wikipedia).

  • Artigianato,  Climate change,  DYT/Fai da te,  Environment/Ambiente,  Fabrics/Tessuti,  Handicraft

    Temperature blanket: fili colorati per interpretare il concetto astratto di cambiamenti climatici

    Italiano/English below pictures Puoi ascoltare qui l’articolo: Temperature blanket Un nuovo modo di diffondere il concetto di cambiamenti climatici si sta diffondendo: il progetto non convenzionale di maglieria e uncinetto Temperature blanket (coperta termica) lo traduce nella materia fatta di fili colorati.  Josie George ha trovato un modo per visualizzare un concetto astratto come quello del cambiamento climatico. Mettendo a frutto la sua abilità a maglia, ha iniziato creando una sciarpa in cui ogni riga rappresenta la temperatura e il clima nella sua città. Un filo colorato indica la temperatura, una seconda riga mostra se un giorno particolare è stato nuvoloso, soleggiato, piovoso o nevoso.  “Ho deciso che quest’anno, ogni giorno,…