Dress ECOde’s lifestyle,  DYT/Fai da te,  Handicraft,  Vita da Dress ECOde

Time spent at home: 20 things to do to avoid boredom and loneliness – Dress ECOde’s lifestyle

Italiano/English below

unknown.tiff Potrai a breve ascoltare qui l’articolo*: Audio-à-porter!

Avevamo in mente di trattare un tema che sta suscitando interesse nel web, staycation ovvero la vacanza trascorsa a casa: budget friendly e a emissioni zero. Alla luce degli ultimi avvenimenti, per maggiore utilità è diventato più un articolo su stayme, stay + time for me“il tempo per me trascorso a casa” spontaneamente o forzatamente, per provare a viverlo come una ‘vacanza’. Qui sul serio ci sentiamo esperti! Perché se è vero che studi e corsi sulla moda responsabile mi hanno portata su questa pagina, nel campo dell’isolamento è la vita che ha fatto scuola! Ho praticamente acquisito un dottorato nel trascorrere lunghi momenti di stop.  A volte imposto come nel caso di malattia e relativo post intervento chirurgico, a volte improvvisamente necessario come durante la fase di uscita dall’azienda, altre volte invece voluto. Ed è stato in fondo principalmente uno dei periodi di soggiorno in casa forzato a contribuire alla nascita di Dress Ecode. Penso a te che ti trovi ora a trascorrere molto tempo in casa, abituato a uscire spesso. O a te che ti trovi isolato, vivendo da solo. O a te che scegli di prendere le distanze per esempio per evitare un burnout (l’esperienza di sentirti con le pile scariche) o per dedicare del tempo a te stesso. Quando i momenti lontano dagli altri e dalle attività ordinarie si prolungano, anche se per carattere ami rifuggire la moltitudine, a lungo andare possono farti sentire giù. A qualcuno possono acuire la sensazione di vuoto e di essere soli. Ma anche se non hai problemi di solitudine, qui puoi trovare alcune idee per utilizzare al meglio il tempo da trascorrere in casa e in fondo all’articolo puoi scoprire anche una nostra iniziativa con cui concretamente cerchiamo di essere d’aiuto. Alcune idee potranno sembrarti banali, ad altre forse non avevi pensato. Spero che tante piccole cose che mi hanno aiutata nei lunghi giorni di isolamento, lontano dalla famiglia e dagli amici, possano ora sostenere anche te che stai leggendo. 

Lettura, musica e film. Sono le idee più semplici e quasi scontate ma molto efficaci. Leggere di tutto, leggere qualcosa che ti piace, leggere qualcosa su un tema completamente nuovo. Ebook, musica e film in streaming. Se hai modo di accedervi fisicamente, la biblioteca è un luogo magico in cui andare alla ricerca di letture a costo zero. Mi piace sfogliare i libri per trovare quello perfetto per il momento. Nella biblioteca in cui riesco ad andare hanno pubblicazioni datate sulla moda, d’ispirazione per il proprio stile, e alcuni saggi interessanti. Non puoi uscire di casa? Alcune librerie stanno prevedendo un servizio di consegna a domicilio: Libri a domicilio. Qui trovi inoltre libri da scaricare: scribd, ebookgratis.net, bookrepublic, Kindle-Store/, Audible, GallucciA supporto delle zone rosse, imprese, associazioni e privati hanno messo e metteranno a disposizione servizi gratuiti per chi si trova nella zona rossa: Solidarietà DigitaleSegnaliamo anche questa risorsa: Internet Archive e Istituto Luce Cinecittà. Se amate il legno, non perdetevi gli articoli che ogni giorno saranno disponibili gratuitamente su Legno Lab

Ascoltare radio e podcast. I programmi sono tantissimi. Consentono di ascoltare intrattenimenti divertenti e leggeri o di imparare e informarsi su una miriade di argomenti. Alla radio mi piace ascoltare opere teatrali o letture di libri. Mi piace viaggiare per il mondo con questo link: Radio Garden. Puoi invece trovare i podcast su Spreaker, Spotify, Apple podcasts e altre piattaforme. Ovviamente ti consigliamo il nostro podcast sulla moda sostenibile: Audio-à-porter!

Visitare un museo. Virtualmente ma è sempre affascinante. Visite virtuali

Seguire corsi. Per approfondire una passione. Per imparare qualcosa di nuovo. Per acquisire una nuova competenza nel proprio lavoro. Oggi grazie a internet possiamo imparare qualsiasi cosa, accedere a corsi di ogni tipo, anche a studi universitari. Corsi per imparare a cucire, ricamare, fare la cartapesta,  divertirsi con esperimenti chimici, autoprodurre, cantare, apprendere un’altra lingua, cucinare per cani e gatti, trovare l’anima gemella, avere successo, comunicare, migliorarsi: l’elenco è infinito. Basterà inserire l’argomento e i motori di ricerca presenteranno tante opzioni. Una piattaforma per i corsi? Udemy oppure Skillshare. Vuoi provare la tintura naturale dei tessuti? Ecco un corso per te: Tintura naturale

Riparare. Dedica tempo ad aggiustare oggetti in casa, quelle cose messe da parte aspettando di avere tempo per sistemarle. Puoi approfondire l’arte giapponese del Kintsugi. Vale anche per i vestiti. L’antica tecnica giapponese del Boro Sashiko si sta diffondendo per riparare indumenti: Boro stitching. Idee per i jeans: 5 minutes craft

Fare decluttering. Passa in rassegna ciò che hai in casa, uno spazio alla volta facendo caso a ciò non usi più. Per i vestiti ne abbiamo parlato qui: Un’app che ti aiuta a ottimizzare il tuo guardaroba.

Riordinare. Non le pulizie di casa di routine. Scegli un ripiano, un cassetto, un mobile. Svuotando tutto e poi riponendo con cura ciò che utilizzi. A volte sistemo calze e intimo per mettere a posto i pensieri. Piegando alla Marie Kondo (Il magico potere del riordino) ma non è necessario.

Rendere la tua casa più accogliente. Basta scegliere anche un piccolo angolo, riorganizzandolo, sistemandolo, inserendo solo ciò che ti piace molto oppure a volte la soluzione migliore è semplicemente togliere per creare più spazio.

Passeggiare o girare in bicicletta. Se puoi uscire, cerca di camminare o andare in bicicletta, in spazi aperti come un parco oppure nelle vie della città quando sono meno affollate. Prova a guardare la zona in cui vivi con occhi nuovi. Spingiti un po’ più in là ogni giorno, arrivando sempre più lontano. Proponiti una meta (un monumento, un edificio con una particolare architettura, una piazza con una storia). Se hai un posto in mezzo alla natura vicino casa, approfittane: la maggior parte dei nostri problemi deriva dalla disconnessone dalla natura!

Allenarsi a casa. Se non puoi andare in palestra, sono tanti i video e le app da scaricare per fare esercizi o seguire corsi a casa. Nike training club, Pocket yoga, La Scimmia Yoga, Runtastic results e tante altre. Sto provando Daily Yoga, ma ci sono altre app anche in italiano.

Cucinare. Rispolvera libri di ricette e riviste di cucina. Naviga in rete e scegli di provare qualcosa di nuovo, una ricetta etnica, un piatto sano, un dolce che ti ricorda momenti belli della vita. Ultimamente mi sono specializzata in pancake, pane, biscotti e dolci senza zucchero. Spadello pancake di ogni tipo sbizzarrendomi nelle decorazioni.

Far cucinare qualcun altro. Al contrario, concediti una cena speciale facendoti consegnare a casa cibo già pronto. Oltre i diversi tipi di cucina regionali o nazionali, ci sono anche siti per ricevere a casa pasti sani (come questo: NutriBees).

Journaling, ovvero tenere un diario quotidiano. Ho sempre ammirato chi ci riesce, mi manca la costanza nello scrivere un diario. Puoi mettere nero su bianco quello che ti passa per la testa ogni giorno, puoi usare disegni e colori per raffigurare lo stato d’animo, puoi scrivere come se fosse un diario di viaggio oppure tenere traccia di un’attività che quotidianamente decidi di fare in casa. Anche se ti dedichi saltuariamente, va bene lo stesso. Scrivere aiuta. Qui puoi trovare alcuni video: Journaling.

Disegnare. Funziona come la scrittura. Non importa se pensi di non essere in grado. Prova a tracciare segni e a colorare, in libertà. Oppure puoi seguire un corso on line di disegno o pittura. Ho scoperto che mi piacciono molto i tutorial di acquerello.

Fotografare. Se la scrittura e il disegno non fanno per te, prova con la fotografia. Non è importante andare in qualche posto particolare, viaggiare o uscire di casa. Ho la fortuna di poter immortalare da casa le nuvole. Si possono fotografare le piccole cose di tutti i giorni. C’è chi riesce a creare meravigliose fotografie anche con oggetti comuni (travelonart, fotocomefare). Perché non provare gli esercizi di visione proposti da Fondazione Modena Arti Visive?

Trascorrere una pausa in balcone, terrazzo o vicino alla finestra. Affacciarsi all’esterno aiuta. Non importa se non hai un balcone enorme, basta un angolino fuori o anche solo accanto alla finestra aperta dove mettersi con una seggiola o un comodo cuscino. Un libro o il tuo diario. Una tazza di tè o di caffè. La colazione o la merenda. Un picnic improvvisato se hai un terrazzo.

Fare origami. Basta un foglio di carta quadrato e in internet si trovano tutorial per creare oggetti a ogni livello di difficoltà (Pinterest, Origami, TheSpruceCraft, Per bambini). Oppure fiori di carta: Pinterest. O un puzzle.

Prendersi cura delle piante. Non ho il pollice verde ma ho scoperto di riuscire a farne sopravvivere alcune, basta trovare le piantine giuste, quelle più affini a te. Non ne hai nessuna in casa? Se in questo momento non puoi farti donare talee da amici né andare al vivaio o al mercato dei fiori, prova ad acquistarle on line da vivai nella zona (oppure da siti come Ladre di piante). Com’è una casa piena di piante? https://www.youtube.com/watch?v=ooMiIm8RItw

Spa in casa. Quel tempo per prendersi cura di sé, tra maschere, manicure, impacchi per i capelli, scrub e tisane. Mi piace creare maschere casalinghe. Vuoi provare un taglio di capelli di fai-da-te? Su YouTube ci sono molti tutorial. Oppure puoi provare a fare ricci e boccoli senza piastra, anche per questo i video non mancano.

Meditare. Tanti i benefici. Tra questi Deepak Chopra, che spesso propone percorsi gratuiti di meditazione di 21 giorni, spiega:”Durante la meditazione, il tuo cervello va letteralmente in vacanza in quanto scarica impressioni, esperienze ed emozioni. Quindi, organizza tutti questi elementi e li archivia in modo appropriato. Mentre scivoli nella quiete del silenzio della meditazione e ti prendi una pausa dalle normali attività quotidiane, provi gioia, felicità, pace, amore e compassione. Perché limitarti a sperimentare queste sensazioni solo mentre sei in vacanza, quando puoi averle nel bel mezzo della tua vita quotidiana?”. Ho provato l’app Insight Timer. Ci sono anche Calm, Happiness, SAM, Clarity e Medita Ora.

Prendersi cura di sé. Suonerà banale ma forse è la regola numero 1 per restare in piedi nei periodi in casa. Vestiti come se uscissi, cura il trucco, sistema i capelli, apparecchia la tavola a festa. Anche se sei da solo. Sì. Magari non ne avrai voglia tutti i giorni. E allora resta pure in pigiama per una volta. Una. Gli altri giorni indossa ciò che ti piace e circondati di cose belle.

Telefonare o videochiamare. Non solo per avere compagnia noi, se siamo costretti a stare a casa lontano da tutti, ma anche per fare noi compagnia a qualcun altro. Ho una sorta di allergia alle conversazioni telefoniche (sviluppata dopo la fase adolescenziale di interminabili chiacchierate al telefono), ma soprattutto se non si può vedere nessuno mantenere relazioni a distanza aiuta. Anche pochi momenti di dialogo ma di qualità. In un momento ‘no’ una voce familiare o amica può fare molto. Chiama chi sta passando una fase di solitudine, che sia o meno da solo. Chiama per ascoltare. Chiama per raccontare una fiaba. Chiama per un saluto. In questo momento di maggior tempo trascorso in casa, qualcuno potrebbe avere bisogno di sentire la tua voce.

Ecco, pensando a quest’ultimo aspetto, vorremmo farti sapere che noi siamo qui. Se stai passando un periodo di pausa forzata e hai bisogno di consigli o idee o di supporto contattaci (contact_us@dressecode.it).

*Perché questa puntata non è ancora sul podcast? Perché raccoglieremo altre idee modificando l’articolo e successivamente registreremo. Intanto non perdetevi le altre puntate sul podcast!


English – Time spent at home: 20 things to do to avoid boredom and loneliness – Dress ECOde’s lifestyle

We had in mind to deal with a topic that is arousing interest on the web, staycation or the holiday spent at home: budget friendly and with zero emissions. In light of the latest events, for greater usefulness it has become more an article on stayme, stay + time for me, “the time spent for me at home” spontaneously or necessarily, to try to live it as a ‘holiday’. Here we seriously feel like experts! Because if it is true that studies and courses on responsible fashion have brought me to this page, in the field of isolation it is life that was a school! I practically acquired a doctorate in spending long breaks. Sometimes imposed as in the case of illness and related post surgery, sometimes suddenly necessary as during the phase of leaving the company, other times instead wanted. And it was basically one of the periods of stay at home forced to contribute to the birth of Dress Ecode. I think of you who are now spending a lot of time at home, used to going out often. Or to you who find yourself isolated, living alone. Or to you who choose to distance yourself, for example, to avoid a burnout (the experience of feeling yourself with low batteries) or to dedicate time to yourself. When the moments away from others and from ordinary activities are prolonged, even if you love to flee the multitude by nature, in the long run they can make you feel down. They can make someone feel empty and lonely. But even if you do not have problems of solitude, here you can find some ideas to make the best use of the time spent at home and at the bottom of the article you can also discover one of our initiatives with which we concretely try to help. Some ideas may seem trivial, to others you may not have thought of. I hope that many small things that have helped me during long days of isolation, away from family and friends, can now support you too, who are reading.

Reading, music and movies. These are the simplest and almost obvious ideas but very effective. Read everything, read something you like, read something on a completely new topic. Ebook, music and streaming movies. If you have access to it physically, the library is a magical place to go in search of readings at no cost. I like to browse through the books to find the perfect one for the moment. In the library where I can go, they have dated publications on fashion, inspired by their own style, and some interesting essays. Can’t you leave the house? Some bookstores are providing a home delivery service: Libri a domicilio. Here you will also find books to download: scribd, ebookgratis.net, bookrepublic, Kindle-Store/, Audible, GallucciIn support of the red zones, businesses, associations and individuals have made and will provide free services for those in the red area: Solidarietà Digitale. We suggest also this resource: Internet Archive and Istituto Luce Cinecittà. If you love wood, don’t miss the article that will be available for free everyday at Legno Lab

Listening to radio and podcasts. The programs are many. They allow you to listen to fun and light entertainment or to learn and learn about a myriad of topics. On the radio I like listening to plays or book readings. I live travelling around the work thank you to this link: Radio Garden. You can find podcasts on Spreaker, Spotify, Apple podcasts and other platforms. Of course, we recommend our podcast on sustainable fashion: Audio-à-porter!

Visiting a museum. Virtually but is is always wonderful. Virtual visits

Taking courses. To deepen a passion. To learn something new. To acquire a new skill in your job. Nowadays thanks to the internet we can learn anything, we can access courses of all kinds, even university studies. Courses to learn to sew, embroider, to make papier-mâché, to have fun with chemical experiments, to self-produce, to sing, to learn another language, to cook for dogs and cats, to find a soul mate, to be successful, to communicate, to improve: the list is infinite. Just enter the topic and the search engines will present many options. A platform for courses? Udemy or Skillshare. Would you like to trying the natural textile dyeing? Here there is a course for you: Natural dyeing

Repairing. Take time to fix things in the house, those things set aside waiting for time to fix them. You can know more about the Japanese art of Kintsugi. It works also for clothes. The ancient Japanese technique of Boro Sashiko is spreading to repair clothing: Boro stitching. Jeans ideas: 5 minutes craft

Decluttering. Review what you have at home, one space at a time, noticing what you no longer use. We talked about clothes here: Un’app che ti aiuta a ottimizzare il tuo guardaroba.

Reordering. Not the routine house cleaning. Choose a shelf, a drawer, a piece of furniture. Emptying everything and then carefully placing what you use. Sometimes I arrange socks and underwear to put thoughts in order. Bending to Marie Kondo (The magical of tidying up) but it’s not necessary.

Making your home more welcoming. Just choose even a small corner, rearranging it, arranging it, inserting only what you really like or sometimes the best solution is simply to remove to create more space.

Walking or cycling. If you can go out, try to walk or ride a bicycle, in open spaces such as a park or in the streets of the city when they are less crowded. Try looking at the area where you live with new eyes. Go a little further every day, getting further and further away. Choose a destination (a monument, a building with a particular architecture, a square with a history). If you have a natural place close to your home, enjoy nature: the most of our problems comes from the disconnection from it!

Work out at home. If you can’t go to the gym, there are many videos and apps to download to do exercises or take courses at home. Nike training club, Pocket yoga, The Monkey Yoga, Runtastic results and many others. I’m trying Daily Yoga, but there are other apps in Italian too.

Cooking. Dust off recipe books and cooking magazines. Surf the net and choose to try something new, an ethnic recipe, a healthy dish, a dessert that reminds you of beautiful moments in life. Lately I have specialized in pancakes, bread, biscuits and sugar-free desserts. I toss pancake of all kinds being very creative with the decorations.

Let someone else cook.  On the contrary, treat yourself to a special dinner by having ready-made food delivered to your home. Besides the different types of regional or national cuisine, there are also sites for receiving healthy meals at home (like this: NutriBees).

Journaling, or keeping a daily diary. I have always admired those who do it, I lack the constancy in writing a diary. You can put what goes on your mind every day in black and white, you can use drawings and colours to represent the mood, you can write as if it were a travel diary or keep track of an activity that you decide to do every day home. Even if you dedicate yourself occasionally to it, it’s okay. Writing helps. Here you can find some videos: Journaling.

Drawing. It works like writing. It doesn’t matter if you think you’re not able. Try to draw signs and color, freely. Or you can take an online drawing or painting course. I found that I really like the watercolor tutorials.

Photographing. If writing and drawing aren’t your thing, try photography. It is not important to go to any particular place, to travel or to go out. I am fortunate to be able to capture clouds from home. Everyday little things can be photographed. There are those who manage to create wonderful photographs even with common objects (travelonart, fotocomefare). Why not trying the visual exercise proposed by Fondazione Modena Arti Visive?

Spending a break on the balcony, terrace or near the window. Poking your nose outside helps. It doesn’t matter if you don’t have a huge balcony, you just need a corner outside or even just a space next to the open window where you can put on a chair or a comfortable cushion. A book or your diary. A cup of tea or coffee. Breakfast or snack. An improvised picnic if you have a terrace.

Taking care of plants. I don’t have a green thumb but I found I could make some of them survive, just find the right plants, the ones closest to you. Don’t you have any at home? If at this moment you cannot meet your friends to receive a cutting or you can’t go to the flower nursery or market, try buying them online from nurseries in the area (or from sites such as Ladre di piante). What does a house full of plants look like? https://www.youtube.com/watch?v=ooMiIm8RItw

Making origami. Just a sheet of squared paper and on the internet you will find tutorials to create objects of all difficulty levels (Pinterest, Origami, TheSpruceCraft, For children). Or paper flowers: Pinterest. Or a puzzle.

Home Spa. That time to take care of yourself, including masks, manicures, hair packs, scrubs and herbal teas. I like making homemade masks. Do you want to try a DIY haircut? On YouTube there are many tutorials. Or you can try making curls and ringlets without a hair straightener, also for this there is a plenty of videos.

Meditating. So many benefits. Among these, Deepak Chopra, who often offers free 21-day meditation courses, explains: “During meditation, your brain literally goes on vacation as it downloads impressions, experiences and emotions. So, organize all these elements and store them appropriately. As you slide into the quiet silence of meditation and take a break from normal daily activities, you experience joy, happiness, peace, love and compassion. Why limit yourself to experiencing these sensations only while on vacation, when you can have them in the middle of your daily life?”. I tried the Insight Timer app. There are also Calm, Happiness, SAM, Clarity and Medita Ora.

Taking care of yourself. It may sound trivial but perhaps it is the number 1 rule for staying up at home. Dress as if you were going out, take care of your make-up, arrange your hair, set the table for a party. Even if you are alone. Yes. Maybe you won’t feel like it every day. So stay in your pajamas for once. A. On the other days, wear what you like and surround yourself with beautiful things.

Calling or video calling. Not only to have some company, if we are forced to stay home away from everyone, but also to keep someone else company. I have a sort of allergy to phone conversations (developed after the adolescent phase of endless chats on the phone), but above all if you cannot see anyone, keeping relationships at a distance helps. Even a few moments of dialogue but of quality. In a ‘no’ moment, a familiar or friendly voice can do a lot. Call who is going through a phase of loneliness, whether or not alone. Call to listen. Call to tell a fairy tale. Call for a greeting. At this time of most time spent at home, someone may need to hear your voice.

Thinking about this last aspect, we would like to let you know that we are here. If you are going through a period of forced break and you need advice or ideas or support contact us (contact_us@dressecode.it).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

20 − 9 =