Artigianato,  Companies / Aziende,  Dove acquistare,  Fashion/Moda,  Handicraft

Femininity, nature, well-being and elegance: NVK Daydoll’s conscious fashion

Italiano/English – Go to English

Puoi ascoltare qui l’articolo: NVK Daydoll 

Brand in focus è un ciclo di interviste realizzate per Sfashion-net*, nostro partner nella diffusione di una moda alternativa al fast fashion. Per loro intervistiamo Natasha Calandrino Van Kleef di NVK Daydoll, designer e architetto cosmopolita, nata a Londra con un nome russo scelto da madre olandese e papà siciliano. Desideriamo raccontarti la storia del progetto di Natasha per l’impegno in una moda etica e salutare, per le linee pratiche e femminili degli abiti modulari e i riferimenti alla natura.

Natasha, ci racconta come e perché ha deciso di iniziare questo progetto di moda elegante e pratica, che oltre alla bellezza ha a cuore l’ecologia?

“Laureata al Politecnico con pieni voti in Architettura dopo un soggiorno all’estero, ho scelto Milano per vivere e sviluppare le mie attività professionali. Una breve esperienza al Dipartimento di Tecnologia e Design con Ezio Manzini mi ha condotto a focalizzare le mie ricerche sul tema della sostenibilità, ancora non centrale nel mondo della moda.
Proprio questa lacuna nella disponibilità di capi ecosostenibili mi ha convinto nel 2010 a dare vita al brand NVK Daydoll, una proposta di abbigliamento completa che interpreta l’abito come una scelta di stile: quello di una donna e un uomo responsabili che conoscono la moda ma non ne subiscono i diktat, che sono consapevoli del proprio corpo, dei propri gusti, delle proprie esigenze, del proprio valore“.

Quale tipo di moda propone NVK Daydoll? Quali capi e tessuti possiamo trovare?

“In sinergia con lo stesso laboratorio e gli stessi lavoratori del primissimo giorno di nascita della collezione, propongo non dei semplici abiti ma un progetto: una moda creata per generare eleganza, benessere, praticità. Una linea completa di capi – abbigliamento intimo, costumi da bagno, vestiti, giacche, pantaloni, gonne e spolverini – realizzati in Modal-Tencel®, un filato antibatterico derivato dalle fibre del faggio. Una collezione brevettata, traspirante e anallergica, dotata di straordinarie doti di morbidezza e praticità, che avvolge la pelle come una carezza, si lava alle basse temperature con ridotto dispendio energetico e non necessita stiratura. Un tessuto ecosostenibile e innovativo che declino in linee essenziali e minimaliste, accarezzando e valorizzando le forme femminili e adatti anche ai climi più freddi”.

Qual è l’aspetto per lei più importante di NVK Daydoll?

“L’aspetto più importante del mio brand è la sua straordinaria contemporaneità e versatilità. Dai primi capi creati per la collezione mare, capaci di resistere alle intemperie del sale e del sole, agli ultimi modelli che esaltano la femminilità, il brand è stato costruito con un approccio ‘strutturale-architettonico’: i punti deboli e ‘cedevoli’ delle curve femminili sono stati infatti disegnati con doppio strato di tessuto che ne ha così conferito la necessaria resistenza, mentre gli strati singoli compongono le porzioni dei capi meno adese al corpo umano”.

2 capi del brand che hanno un significato speciale per lei: quali sono e perché?

“Due sono i capi o meglio, una linea denominata Leaf Collection e un capo denominato Shield, che hanno un significato particolare per me.

La Leaf Collection è un sistema di abbigliamento composto da vestiti e maglie costituiti da due elementi strutturalmente identici che, indossati uno dopo l’altro, si abbinano dando vita a un modello inedito di fashion design: abiti modulari che avvolgono con eleganza il corpo della donna esaltandone la femminilità attraverso una combinazione di colori praticamente illimitata. Ogni elemento infatti è realizzato con un doppio strato di tessuto, proposto in versione mono o bicolore per un utilizzo double face: da qui la possibilità di molteplici combinazioni cromatiche tra le due metà, per un abito che può cambiare colore a seconda delle esigenze, delle occasioni, ma anche dello stato d’animo di chi lo indossa. La Leaf Collection sviluppa il concetto del doppio attraverso la potenzialità matematica dei multipli e la variopinta palette di colori disponibili per la realizzazione di capi sempre personalizzabili. La nuova collezione si chiama Leaf in omaggio alla natura e alla pianta del faggio da cui è derivato il tessuto ecologico della collezione. Leaf ha però anche una suggestiva assonanza con ‘Lief’, ‘Love’ in olandese, la mia lingua madre. Ho concepito questa linea ispirata dall’unione di due metà che si fondono in un abbraccio e che in quell’abbraccio si definiscono e si moltiplicano.

Di recente il tessuto antibatterico e traspirante della collezione ha permesso di produrre le mascherine Shields, testate da Next Technology-Società Nazionale di Ricerca che ne ha inoltre verificato in caso di uso prolungato la totale assenza di arrossamento cutaneo, prurito, graffi, irritazioni al naso o alla gola, difficoltà respiratorie e anche percezione di odori sgradevoli. L’ergonomia del design favorisce il comfort e l’aderenza alla conformazione del viso con l’impareggiabile sensazione di morbidezza tipica del tessuto Tencel-Modal, mentre a garanzia di un’aggiuntiva richiesta di protezione, è presente un’asola per l’inserimento di un filtro PM 2.5. Come tutti i capi della collezione NVK Daydoll, anche la mascherina lavabile è multifunzionale e può essere utilizzata come dispositivo di protezione ma anche trasformarsi in un’allegra bandana o in un pratico scaldacollo”.

A quali aspetti della sostenibilità il suo brand presta attenzione? Abbiamo visto che la collezione è “etica” e “salutare”, ponendo cura nella scelta di tessuti più sostenibili e di dettagli che rispettino la salute del nostro corpo.

“Progettualità, inventiva ma anche etica: tutti i capi NVK Daydoll sono certificati secondo il Protocollo di Kyoto, riportano il marchio Peta-ApprovedVegan e il logoFurFree. La trasparenza della filiera, del rispetto dei lavoratori di tutta la catena dal filato al capo finito è garantita dalla certificazione dell’Associazione Tessile e Salute finanziato da Ministero della Salute e finalizzato a tutelare la salute dei cittadini, che garantisce al consumatore finale la sicurezza e trasparenza del prodotto tessile-abbigliamento”.

Prevede novità nella collezione?

“Prevedo di continuare a sviluppare nuovi modelli in grado di soddisfare nuove esigenze di funzionalità, salute e bellezza in capi che continuano a dialogare con la contemporaneità con uno sguardo al futuro”.

Cosa ne pensa del fare rete con altre microimprese?

“Credo nel lavoro di squadra e nella rete con altre microimprese, come dimostra l’attuale assetto di fornitori del brand che è stato implementato negli anni senza interruzioni con gli attori dell’asset produttivo”.

Sito: http://www.nvkdesign.it

Facebook: https://www.facebook.com/nvkdaydoll/

https://youtu.be/oF8oY2OO0ik
https://open.spotify.com/episode/2IFOm8yVB2jSkpeqWKIDsf?si=kxV6s3dCTReD3sNURLUO4A

* Sfashion-net è un portale che raccoglie brand, progetti e micro imprese della moda critica, con lo scopo di dare loro visibilità, di diffondere in maniera concreta un’alternativa reale al consumo del fast fashion e di creare una rete, una community coesa e attiva di realtà che, pur restando indipendenti fra loro, possano conoscersi, entrare in contatto, sviluppare strategie e progetti condivisi. Inoltre i brand possono fruire di consulenze, formazione e servizi dedicati alla loro tipologia di impresa.

 

English – Femininity, nature, well-being and elegance: NVK Daydoll’s conscious fashion

Brand in focus is a series of interviews made for Sfashion-net*, our partner in the diffusion of an alternative to fast fashion. For them we interview Natasha Calandrino Van Kleef from NVK Daydoll, a cosmopolitan designer and architect, born in London with a Russian name chosen by a Dutch mother and a Sicilian father. We would like to tell you the story of Natasha’s project for her commitment to ethical and healthy fashion, for the practical and feminine lines of modular dresses and references to nature.

Natasha, can you tell us how and why you decided to start this elegant and practical fashion project, which has ecology at heart in addition to beauty?

“Graduated from the Politecnico with full marks in Architecture, after a stay abroad I chose Milan to live and develop my professional activities. A brief experience at the Department of Technology and Design with Ezio Manzini led me to focus my research on the theme of sustainability, still not central to the world of fashion.
Precisely this gap in the availability of eco-sustainable garments convinced me in 2010 to give life to the NVK Daydoll brand, a complete clothing proposal that interprets the dress as a choice of style: that of a responsible woman and man who know fashion but they do not suffer the diktats, who are aware of their own body, their tastes, their needs, their own value“.

What kind of fashion does NVK Daydoll propose? What garments and fabrics can we find?

“In synergy with the same laboratory and the same workers of the very first day of the collection, I propose not just clothes but a project: a fashion created to generate elegance, well-being, practicality. A complete line of garments – underwear, swimwear, dresses, jackets, trousers, skirts and dusters – made in Modal-Tencel®, an antibacterial yarn derived from beech fibers. A patented, breathable and hypoallergenic collection, endowed with extraordinary qualities of softness and practicality, which wraps the skin like a caress, washes at low temperatures with reduced energy expenditure and does not require ironing. An eco-sustainable and innovative fabric that declines into essential and minimalist lines, caressing and enhancing feminine shapes and also suitable for colder climates”.

What is the most important aspect of NVK Daydoll for you?

“The most important aspect of my brand is its extraordinary contemporaneity and versatility. From the first garments created for the beachwear collection, able to withstand the elements of salt and sun, to the latest models that enhance femininity, the brand was built with a ‘structural-architectural’ approach: the weak and ‘yielding’ points of feminine curves were in fact designed with a double layer of fabric which thus gave it the necessary resistance, while the single layers make up the portions of the garments less adherent to the human body”.

2 garments of your brand that have a special meaning for you: which are they and why?

“There are two garments or rather a line called Leaf Collection and a garment called Shield, which have a particular meaning for me.

The Leaf Collection is a clothing system that includes dresses and sweaters made up of two structurally identical elements which, worn one after the other, combine to create a new model of fashion design: modular dresses that elegantly wrap the woman’s body enhancing its femininity through a practically unlimited color combination. Each element is in fact made with a double layer of fabric, proposed in one or two-tone version for double-sided use: hence the possibility of multiple color combinations between the two halves, for a dress that can change color according to needs, occasions, but also the mood of the wearer. The Leaf Collection develops the concept of the double through the mathematical potential of multiples and the colorful palette of colors available for the creation of garments that are always customizable. The new collection is called Leaf in homage to nature and to the beech plant from which the ecological fabric of the collection is derived. Leaf also has a suggestive assonance with ‘Lief’, ‘Love’ in Dutch, my mother tongue. I conceived this line inspired by the union of two halves that merge into an embrace and that in that embrace are defined and multiplied.

Recently the antibacterial and breathable fabric of the collection has made it possible to produce Shields masks, tested by Next Technology-National Research Society which has also verified in case of prolonged use the total absence of skin redness, itching, scratches, irritation to the nose or in the throat, difficulty in breathing and also perception of unpleasant odors. The ergonomics of the design favors comfort and adherence to the conformation of the face with the unparalleled sensation of softness typical of Tencel-Modal fabric, while to guarantee an additional request for protection, there is a slot for insertion of a PM 2.5 filter. Like all the items in the NVK Daydoll collection, the washable mask is also multifunctional and can be used as a protection device but also transformed into a cheerful bandana or a practical neck warmer“.

 

What aspects of sustainability does your brand take care of? We have seen that the collection is “ethical” and “healthy”, paying attention to the choice of more sustainable fabrics and details that respect the health of our body.

“Design, inventiveness but also ethics: all NVK Daydoll garments are certified according to the Kyoto Protocol, carry the Peta-ApprovedVegan brand and the FurFree logo. The transparency of the supply chain, respect for the workers of the entire chain from the yarn to the finished garment is guaranteed by the certification of the Textile and Health Association funded by the Ministry of Health and aimed at protecting the health of citizens, which guarantees the final consumer safety and transparency of the textile-clothing product”.

Are you planning to introduce any news in the collection?

“I plan to continue developing new models capable of satisfying new needs for functionality, health and beauty in garments that continue to dialogue with the contemporary with an eye to the future”.

What do you think of networking with other micro-enterprises?

“I believe in teamwork and networking with other micro-enterprises, as evidenced by the brand’s current structure of suppliers that has been implemented over the years without interruptions with the players in the production asset”.

Site: http://www.nvkdesign.it

Facebook: https://www.facebook.com/nvkdaydoll/

*Sfashion-net is a portal that brings together brands, projects and micro-enterprises of critical fashion, with the aim of giving them visibility, of spreading a real alternative to fast fashion consumption and of creating a network, a cohesive and active community in realities that, while remaining independent from each other, can get to know each other, come into contact, develop shared strategies and projects. Furthermore, brands can benefit from consultancy, training and services dedicated to their type of business.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

13 − 7 =