• Artigianato,  Companies / Aziende,  Dove acquistare,  Fabrics/Tessuti,  Handicraft,  Nature,  Travel/Viaggi

    The alpacas, their wool and the natural products: interview to the breeders Ladina and Simona

    Italiano/English below pictures Puoi ascoltare qui l’articolo: Audio-à-porter – Alpaca, Ladina e Simona 1 Circondata dalle montagne della Valmalenco con le punte innevate, accerchiata dalla natura e dai fiori della padrona di casa, siedo al sole nel giardino di Ladina, allevatrice di alpaca, davanti alla veranda del suo laboratorio. Sono di nuovo in questo posto speciale, dopo aver frequentato qualche anno fa un corso di filatura e tintura naturale della lana, per scrivere di Ladina, sua figlia Simona e dei loro “ragazzi”. Così sono affettuosamente nominati infatti i veri padroni di casa di Alpacas la Foppa, quando non vengono chiamati uno a uno per nome: di fianco all’abitazione e al…

  • Dove acquistare,  Environment/Ambiente,  Fabrics/Tessuti,  Fashion/Moda,  Responsible life / Stile di vita resp.

    The perfect fabric: our choices along the sustainable path

    Italiano/English below Abbiamo imparato qualcosa riguardo l’impatto dei vestiti sull’ambiente, abbiamo letto articoli o libri, abbiamo visto documentari che ci hanno aperto gli occhi sull’industria della moda. E dal momento in cui abbiamo acquisito consapevolezza si affollano nella nostra testa domande come “Cosa posso fare per evitare di contribuire a disastri ambientali e sociali?”, “Cosa compro?”, “Dove compro?”. Uno dei quesiti principali che leggiamo e che ci vengono posti è… “Ma quale tessuto è sostenibile?”. Ogni volta che nei forum, nelle chat, nei commenti si parla di un tessuto spuntano aspetti negativi: “Viene da lontano!”, “Usa troppi prodotti chimici!”, “Distrugge le foreste!”, “Richiede troppa acqua!”, “Non si può riciclare alla fine…

  • Companies / Aziende,  Environment/Ambiente,  Fabrics/Tessuti,  Responsible life / Stile di vita resp.

    How to reduce the release of plastic microfibres when we do our laundry in the washing machine?

    Italiano/English below Circa il 60% della produzione tessile globale è in poliestere, un materiale sintetico che deriva dal petrolio. Ogni anno sono necessari 70 milioni di barili di petrolio greggio, un’energia non rinnovabile, per la produzione di poliestere. Non solo, il problema di questo tessuto e delle altre tipologie di tessuti sintetici (come spandex, nylon, acrilico, acetato) è il rilascio di microfibre durante i lavaggi in lavatrice. Si stima che ogni capo rilasci 2.000 microfibre plastiche a ogni ciclo di lavaggio. Le microfibre, attraverso i tubi di scarico, arrivano nei nostri fiumi e mari inquinando, danneggiando la fauna acquatica ed entrando nella catena alimentare (per cui probabilmente nell’acqua e nel…

  • Dress ECOde’s lifestyle,  Environment/Ambiente,  Fabrics/Tessuti,  Responsible life / Stile di vita resp.,  Vita da Dress ECOde

    Alice, Francois and Nina: the story (and two videos) of the experience with washable diapers!

    Italiano/English below pictures Vi raccontiamo l’esperienza di Alice (e Nina, due mesi) con i pannolini lavabili: come si trova(no), le ragioni della scelta, i dubbi, i materiali, come si utilizzano, come si lavano… E anche due video per vedere passo, passo prima Alice mentre cambia a Nina il pannolino e poi il papà Francois 🙂 Perché parliamo di pannolini? Per l’impatto che hanno sull’ambiente. “L’ultimo rapporto dell’Ispra sui rifiuti urbani 2017 (pagina 78) ha stimato la composizione merceologica media dei rifiuti nel periodo 2008-2016, evidenziando come il 3,7 per cento sia costituito da pannolini e altri materiali assorbenti. Considerando la produzione annua di rifiuti urbani in circa 30 milioni di…

  • Companies / Aziende,  Dove acquistare,  Events,  Fabrics/Tessuti,  Fashion/Moda,  Minimalism,  Recycling/Riciclo

    Stories of brands that decided to make the difference – Be The Change Awards (2)

    We continue to tell you the stories of the finalist brands of the Be The Change Awards 2019, their motivations, their challenges, their next steps. If you have lost the first part, you can find it here: First episode Wess Women clothing, to compose a capsule wardrobe. They ship anywhere in the European Union. Marine Vicenzotti and Rebecca Parienti started Wess in 2017, originally as an online store for ethical, sustainable and vegan clothing, creating capsule wardrobe. At the end of 2018, they decided to stop reselling other brands and create their own. “It made sense because we really wanted to push minimalism consumption via the concept of capsule wardrobes…

  • Dove acquistare,  Fabrics/Tessuti,  Fashion/Moda

    Beautiful, sustainable and healthy underwear in natural fibres: the passion and commitment of Anima Bio!

    Italiano/English below Nel cuore della Marche, c’è un negozio di intimo sostenibile dove Vanda Busetti porta avanti questa attività con passione e convinzione. Proprio nel centro di San Severino Marche troverete Anima Bio e Vanda vi accoglierà spiegando con coinvolgimento i materiali usati nei capi esposti ed è un piacere conversare con lei sulla sostenibilità nell’abbigliamento! Una delle tipologie di indumenti sostenibili non facili da trovare in negozi fisici è proprio l’intimo. Se negozi come quelli di Vanda fossero più diffusi in tutta Italia! Acquistare on line non dà l’idea della morbidezza del Tencel o del tessuto dai semi di ricino. Vanda predilige i marchi italiani, impegnandosi in tanti piccoli…

  • Circular economy,  Companies / Aziende,  Events,  Fabrics/Tessuti,  Fashion/Moda

    Global Change Award: the 5 winner innovative projects towards a circular fashion industry

    Italiano/English below Ogni anno la Fondazione H&M organizza il concorso Global Change Award, avviato nel 2015 per favorire il passaggio da un’industria della moda lineare a circolare. L’obiettivo è favorire la ricerca, il supporto e la diffusione di innovazioni dirompenti. Sono stati da poco annunciati i vincitori dell’edizione 2019. Il nostro preferito? Clothes that Grow! The Loop Scoop – Il progetto mira a passare da un modello “Take-make-waste” a un modello circolare in cui materiali e risorse preziose vengono utilizzate e riutilizzate di nuovo proponendo un sistema digitale che specifica come ogni scelta di materiale, taglio e produzione dell’indumento influisca sul pianeta, fornendo ai progettisti conoscenze e strumenti su come…

  • Artigianato,  Circular economy,  Companies / Aziende,  Environment/Ambiente,  Events,  Fabrics/Tessuti,  Fashion/Moda

    Sustainable Thinking: the Maison Ferragamo’s exhibition opened, a combination of artistic experiences and sustainable fashion research that opens us to a change of mentality

    On the starting day (12 April) we visited the innovative exhibition dedicated to food for thought on the theme of sustainability in fashion, art and architecture. The project, which stems from an idea by Stefania Ricci, is part of the initiatives of the Maison Ferragamo carried out along the path of transparency and ethics undertaken. For the Salvatore Ferragamo brand, investing in sustainable development means believing that the use of innovative materials, the link with the territory, the attention to the environment and to its people are essential elements for success. It represents perhaps the best way to respect the values transmitted by its founder, who has always experimented with…

  • DYT/Fai da te,  Fabrics/Tessuti,  Responsible life / Stile di vita resp.

    From leftovers of thread or fabric, the ecological sponges for our home!

    Italiano/English below Con avanzi di filo di cotone abbiamo creato semplici spugne per lavare in modo ecologico i nostri piatti, al posto delle spugnette sintetiche!  Riutilizzabili, lavabili, efficaci ed economiche, le spugne fatte in casa si stanno diffondendo. Sono chiamate tawashi, anche se questo termine giapponese indica una spazzola ispida in fibra vegetale, di solito marrone, tenuta insieme da fil di ferro. Queste invece sono più morbide. Possono essere create anche per il viso, per il corpo e per struccarsi.  In internet non mancano i tutorial con le istruzioni visive da seguire passo passo. Alcune riguardano il filo in microfibra, ma sostituiamo con un filo in materiale naturale, come il cotone…

  • Companies / Aziende,  Fabrics/Tessuti,  Fashion/Moda

    Levi’s introduces a percentage of hemp in the new collection

    Italiano/English below Levi’s presenta nella nuova collezione alcuni modelli di giacca (Trucker) e di jeans (511™ Slims) che contengono il 30% di canapa insieme al cotone. L’azienda definisce il tessuto “canapa cotonata”. L’introduzione accanto all’ “assetato” cotone di una fibra ottenuta da una pianta che richiede meno acqua è un piccolo passo avanti nel percorso verso la sostenibilità. Riguardo il cotone utilizzato da Levi’s, al momento il 34% è prodotto in base all’iniziativa Better Cotton, ossia tramite un programma di formazione degli agricoltori coinvolti sulle modalità di coltivazione di questa pianta utilizzando meno acqua e meno sostanze dannose (nota: il cotone non è biologico). L’azienda prevede di impiegare il 100%…